erra

  1. terza persona singolare dell'indicativo presente di errare
  2. seconda persona singolare dell'imperativo di errare

vedi errare

 
«Erra chi pensi che soltanto all'uomo premuroso dei campi ai marinai tocchi guardare il cielo e la stagione; ché non si può affidare ciecamente la semente alla terra ingannatrice, né la concava poppa ai verdi flutti.

Ma nemmeno sarai sempre sicuro di giungere alla donna; quante volte un medesimo assalto ha più fortuna perché sferrato nel momento giusto! Se è il suo giorno natale o le calende che fanno seguitar Venere a Marte, o se nel circo fanno bella mostra non le solite statue, ma esposte le ricchezze dei re, rimanda allora!

»
(Ovidio, L'arte di amare, libro primo, versi 593-607)
terza persona singolare dell'indicativo presente di errare
seconda persona singolare dell'imperativo di errare

erra

  1. seconda persona singolare dell'imperativo presente attivo di errō
  • (pronuncia classica) IPA: /er.raː/

vedi errō