SPQRomani.svg LatinoModifica

 Verbo

IntransitivoModifica

sedeo (vai alla coniugazione) seconda coniugazione (paradigma: sedĕo, sedes, sēdi, sessum, sedēre)

  1. sedere, sedersi, stare seduto
  2. (per estensione), (di luoghi, edifici etc.) occupare una posizione, risiedere, giacere, stare, trovarsi (in), rimanere (in)
  3. (per estensione) stare fermo, rimanere immobile, non muoversi
  4. (per estensione), (di soldati, eserciti etc.) accamparsi, essere accampato
  5. (per estensione), (di persone) riposarsi, acquietarsi, stare tranquilli
  6. (per estensione), (di persone) essere indolente, indugiare, non agire, restare fermo, non muoversi
  7. (per estensione) presiedere, occupare un seggio ufficiale/d'autorità, sedere sullo scranno
  8. (per estensione) aderire in profondità, penetrare
  9. (senso figurato), (di decisioni, risoluzioni, propositi etc.) venire deciso, essere stabilito
  10. (di navi, vascelli etc.) incagliarsi, rimanere incagliato
  11. (di uccelli, volatili) posarsi, appollaiarsi, stare appollaiato

TransitivoModifica

sedeo (vai alla coniugazione) seconda coniugazione (paradigma: sedĕo, sedes, sēdi, sessum, sedēre)

  1. (latino tardo o post-classico), (di animali), (soprattutto al passivo) cavalcare, stare in sella a

  SillabazioneModifica

sĕ | dĕ | ō

  PronunciaModifica

  • (pronuncia classica) IPA: /ˈse.de.oː/
  • (pronuncia ecclesiastica) IPA: /ˈse.de.o/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal proto-italico *sedēō, a sua volta dal proto-indoeuropeo *sed-, "sedere, sedersi, stare fermo"; dalla stessa radice indoeuropea discende anche, sempre in latino, il verbo sido; il sanscrito सीदति (sī́dati), "sedersi"; la radice proto-germanica *sitjaną, "sedersi", dalla quale derivano l'olandese zitten; il tedescositzen; lo svedese sitta; e l'inglese to sit

  Uso / PrecisazioniModifica

  SinonimiModifica

  Parole derivateModifica

discendenti in altre lingue