angheria

bandiera italiana ItalianoModifica

 Sostantivo

angheria (  approfondimento) f sing (pl.: angherie)

  1. (letteralmente) atto di odiosa e avvilente sopraffazione
  2. (senso figurato) sollecitazioni, tormenti, molestie, pretese espresse opprimendo con maltrattamenti gravosi.
  3. (diritto) prestazione forzata imposta dalla pubblica autorità (mantenimento e riparazione dello stato delle strade, fornitura di navi e altri mezzi di trasporto, vettovaglie e uomini).

  SillabazioneModifica

an | ghe | rì | a

  PronunciaModifica

IPA: /aŋghe'ria/

 Etimologia / DerivazioneModifica

Secondo il Vocabolario Etimologico Pianigiani[1], dal latino ANGARÌA, dal greco AGGAROS (dalla radice sanscrita AG andare) era il nome dei messaggeri a cavallo presenti nei punti chiave del territtorio dell'antica Persia incaricati di portare le notizie al re. Essi potevano esigere tutto ciò che occorreva loro per il servizio che svolgevano, in particolare cavalli e vetture. Prese così il significato di costrizione pretenziosa. Nel medioevo veniva detto Angarìa il castigo inflitto ai colpevoli di alcuni misfatti che consisteva nel passeggiare nella via pubblica con una sella ed un cane sulle spalle, a testimonianza d'ignominia. Questa situazione ben rappresenta il significato di Aggravio con il disprezzo verso chi ne è oggetto. Per ciò che concerne il diritto comune, il diritto di angaria dalla legislazione persiana ed ellenistica fu recepito nel diritto romano e poi nel diritto medievale, per continuare ad essere riconosciuto anche agli stati in tempi di guerra o di pubblico pericolo.

  SinonimiModifica

  Traduzione

Vedi le traduzioni

Altri progettiModifica