una farfalla Papilio slateri
 
una farfalla
 
una farfalla papilionide (Battus polydamas)
 
un monarca africano, Danaus chrysippus
 
l’icaro o argo azzurro, Polyommatus icarus
 
una febe, Melitaea phoebe, diffusa in Eurasia e nell'Africa settentrionale.
 
farfalla Eurema blanda appartenente alla famiglia Pieridae, diffusa in Asia
 
Papilio polytes una farfalla della famiglia Papilionidae diffusa in tutta l'Asia
 
una farfalla
 
disegno di una farfalla vista dall'alto
 
una ninfa orientale, Coenonympha glycerion
 
una farfalla

farfalla (  approfondimento) f sing (pl.: farfalle)

  1. (zoologia) (entomologia) insetto nettarivoro dell'ordine dei Lepidotteri con quattro ali membranose coperte di squame di colore variegato, apparato boccale succhiatore a proboscide, le cui larve sono bruchi che si nutrono distruttivamente delle piante
    1. farfalla diurna: caratterizzata da abitudini diurne, corpo snello, antenne clavate e grandi ali vivacemente colorate e che sono tenute erette in posizione di riposo
    2. farfalla notturna: caratterizzata da abitudini notturne o crepuscolari, corpo grosso, antenne pennate o filiformi ed ali più piccole di colori spenti e che sono piegate piattamente in posizione di riposo
  2. (senso figurato) persona volubile e leggera
  3. (gergale) (scherzoso) biglietto, comunicazione scritta, specialmente sgradita; cambiale, citazione
  4. (al plurale) varietà di pasta alimentare a forma di fiocchetti che si cucina asciutta o in brodo
  5. (elettronica) (tecnologia) (ingegneria) circuito oscillante per microonde, così chiamato perché formato da due statori e da un rotore a forma di farfalla
far | fàl | la

IPA: /farˈfalla/

di origine meridionale, dall’arabo maghrebino (cfr. tunisino farfaṭṭu (فرططو), farṭaṭṭu (فرفطو‎) e maltese farfett), che è dal berbero; cfr. cabilo aferṭeṭṭu ‘farfalla’.

 
«La farfalla bagna le ali, nel profumo dell'orchidea »

Altri progetti

modifica