incolume

bandiera italiana ItalianoModifica

 Aggettivo

incolume m sing / f sing

   singolare   plurale 
 maschile    incolume    incolumi 
 femminile    incolume    incolumi 


  1. di chi è uscito materialmente illeso, sebbene il più delle volte moralmente provato, da una situazione potenzialmente mortale o di seria minaccia per l'integrità della persona fisica
  2. (senso figurato) detto di persona e con valore generalmente iperbolico, inviolato, intoccato, scampato a pericoli o sventure che la vita dispensa senza eccezioni
    • sono uscito incolume dall'esame di latino
  3. di ciò che è stato risparmiato dal subire danni o devastazioni, anche in senso figurato con riferimento a idee, qualità esteriori o morali, istituzioni dello Stato salvatesi dalla decadenza, dalla crisi o dal tracollo; indenne
    • gli unici oggetti usciti incolumi dall'incendio furono incredibilmente i suoi libri

  SillabazioneModifica

in | cò | lu | me

  PronunciaModifica

IPA: /inˈkɔlume/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino incolumis, forse da una voce riconducibile a calamitas "disgrazia, calamità" con la particella negativa in-

CitazioneModifica

 
«Appena comparve Alice, tutti le si scagliarono contro; ma la fanciulla si mise a correre più velocemente che le fu possibile, e riparò incolume in un folto bosco »
 
«Grazie, o Signor! di un pargolo / La casa mia si allieta; / Fa ch'egli cresca incolume, / Fa ch'ei non sia poeta! / Se poi delle tue grazie / Colmar lo vuoi, Signore: / Fa ch'ei sia sempre un asino / Ma ragli da tenore »

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Termini correlatiModifica

  Traduzione