accoglienza

bandiera italiana ItalianoModifica

 Sostantivo

accoglienza (  citazioni) f sing(pl.: accoglienze)

  1. l'atto di essere accolti
    • il cane fece un'accoglienza festosa al ritorno del suo padrone
  2. (familiare) l'ospitare una o più persone, solitamente in modo inaspettato ovvero d'immediato, senza essersi totalmente preparati in proposito
    • "La vostra accoglienza è sempre molto opportuna e pronta, grazie"
  3. centri di accoglienza: intervento nazionale ed internazionale, è la possibilità di offrire sostegno ai migranti
  4. (per estensione) per quanto possibile, è il tentativo di accettare l'altro nel miglior modo, talvolta aiutandolo anche nel lavoro o per le altre necessità di cittadino
    • l'accoglienza è nelle nostre radici

  SillabazioneModifica

ac | co | gli | èn | za

  PronunciaModifica

IPA: /akkoʎ'ʎɛntsa/

 Etimologia / DerivazioneModifica

derivazione di accogliere, dal latino accollĭgĕre,formato da ad- e da collĭgĕre ossia "cogliere, raccogliere"

CitazioneModifica

 
«Io vedo che, quando allargo le braccia, i muri cadono. Accoglienza vuol dire costruire dei ponti e non dei muri »

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Termini correlatiModifica

  Traduzione

l'ospitare una o più persone

Altri progettiModifica