bandiera italiana ItalianoModifica

 Verbo

TransitivoModifica

mandare (vai alla coniugazione)

  1. inviare una o più persone in un posto per uno scopo specifico
    • ho mandato Enrico a fare la spesa per tutti
  2. produrre, mandare fuori dal proprio corpo suoni o altro
    • ero intrappolato nell'ascensore, ho dovuto mandare un urlo per farmi sentire

  SillabazioneModifica

man | dà | re

  PronunciaModifica

IPA: /man'dare/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino mandare, infinito presente attivo di mando ossia "affidare"

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Parole derivateModifica

  Proverbi e modi di direModifica

  • mandare a monte: rendere inutile

  Traduzione

1. inviare una o più persone in un posto per uno scopo specifico
2. produrre, mandare fuori dal proprio corpo suoni o altro

SPQRomani.svg LatinoModifica

 Voce verbale

mandare

  1. infinito presente attivo di mandō
  2. seconda persona singolare dell'imperativo presente passivo di mandō

  PronunciaModifica

  • (pronuncia classica) IPA: /man.daː.re/

 Etimologia / DerivazioneModifica

vedi mandō

  Uso / PrecisazioniModifica

per antica convenzione, i verbi latini sono definiti in base alla prima persona singolare dell'indicativo presente; per la definizione, etimologia etc. del verbo si veda dunque mandō