consacrare

bandiera italiana ItalianoModifica

 Verbo

TransitivoModifica

consacrare (vai alla coniugazione)

  1. (religione) proclamare, attraverso un apposito rito religioso, una cosa come sacra, e in quanto tale atta all'officio delle cerimonie religiose, ad essere oggetto di culto (e memoria[1]) degli uomini, oppure genericamente dedicandola ad una divinità
  2. (cattolicesimo) durante la Santa Messa, consacrare l'ostia (detta anche il pane) e il vino: operare la transustanziazione[1]
  3. (cristianesimo) consacrarsi, votarsi, donarsi a qualcuno o a qualcosa: consacrarsi a Dio, ad una missione, alle opere di carità
  4. (per estensione) dedicare solennemente e con piena e totale convinzione qualcuno o qualcosa ad uno scopo, ad un obiettivo o al compimento di un proposito

  SillabazioneModifica

con | sa | crà | re

  PronunciaModifica

  • IPA: /konsa'krare/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino consacrare, composto di cum, "con", e sacer, "sacro"

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Parole derivateModifica

   VariantiModifica

  Traduzione

dedicare solennemente a uno scopo
rendere come sacro
  1. 1,0 1,1 Aldo Gabrielli, Vocabolario della lingua italiana, Ulrico Hoepli, 2007, Trabesaleghe (Padova)