bandiera italiana ItalianoModifica

 Verbo

TransitivoModifica

violare (vai alla coniugazione)

  1. (corrispondenza) aprire, lettera o piego diretto ad un altro
  2. (per estensione) approfittare beffardamente, talvolta con violenza
  3. profanare (una chiesa, un sepolcro)

  SillabazioneModifica

vio | là | re

  PronunciaModifica

IPA: /vjo'lare/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino viŏlare, infinito presente attivo di violo, a sua volta dalla radice proto-italica wīs, "forza, violenza", (da cui anche vis, "forza, violenza"), discendente del proto-indoeuropeo *wéyh₁s, "forza, veemenza"

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Parole derivateModifica

  Termini correlatiModifica

  Proverbi e modi di direModifica

  Traduzione

trasgredire una legge, una regola
non rispettare una promessa, un patto
profanare un luogo o cosa sacra
aprire con forza, forzare l'ingresso in
usare violenza sessuale
aprire una breccia

SPQRomani.svg LatinoModifica

 Voce verbale

violare

  1. infinito presente attivo di violō
  2. seconda persona singolare dell'imperativo presente passivo di violō

  PronunciaModifica

  • (pronuncia classica) IPA: /wi.o.laː.re/

 Etimologia / DerivazioneModifica

vedi violō

  Uso / PrecisazioniModifica

per antica convenzione, i verbi latini sono definiti in base alla prima persona singolare dell'indicativo presente; per la definizione, etimologia etc. del verbo si veda dunque violō