deridere

bandiera italiana ItalianoModifica

 Verbo

TransitivoModifica

deridere (vai alla coniugazione)

  1. scherzare in modo offensivo o oltraggioso e con cattiveria su qualcuno, mettendone crudelmente in ridicolo i difetti o le mancanze
    • è un bambino goffo e timido, i suoi compagni di scuola lo deridono continuamente
    • se continua a comportarsi in modo così sciocco, sarà deriso da tutti
  2. (senso figurato) "farsi gioco" di qualcuno
  3. suscitare disagio, "divertendosi", volontariamente e/o involontariamente ma con ipocrisia
    • cercava di deridermi in un momento cruciale della mia vita
  4. imbarazzare uno o più individui immaginando maliziosamente che "difficoltà" altrui suscitino sarcasmo
    • lo ha deriso per una piccola svista

  SillabazioneModifica

de | rì | de | re

  PronunciaModifica

IPA: /deˈridere/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino deridēre che deriva da ridēre cioè "ridere, deridere"

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Termini correlatiModifica

   VariantiModifica

  Traduzione

schernire

SPQRomani.svg LatinoModifica

 Sostantivo

deridere

  1. deridere, schernire, canzonare, mettere in ridicolo
  2. farla franca