tortura (  approfondimento) f sing (pl.: torture)

  1. (diritto) atto di crudeltà fisica nei confronti di qualcuno, solitamente utilizzato per estorcere informazioni, come forma di punizione oppure a causa della personalità sadica del torturatore, ciò sia durante le guerre sia soprattutto immediatamente al termine di esse, con l'abbandono delle armi appena avvenuto
    • Convenzione contro la tortura: in alcuni Paesi
  2. (gergale) chi insiste continuamente con qualcosa di fastidioso e ripetitivo verso un'altra persona, quasi sino all'esaurimento

tortura

  1. terza persona singolare dell'indicativo presente di torturare
  2. seconda persona singolare dell'imperativo presente di torturare
tor | tù | ra

IPA: /torˈtura/

dal latino tardo tortura, che deriva da tortus participio passato di torquere ossia "torcere"

 
«Chi è stato torturato rimane torturato. [...] Chi ha subito il tormento non potrà più ambientarsi nel mondo, l'abominio dell'annullamento non si estingue mai. La fiducia nell'umanità, già incrinata dal primo schiaffo sul viso, demolita poi dalla tortura, non si riacquista più »
terza persona singolare dell'indicativo presente di torturare
seconda persona singolare dell'imperativo presente di torturare

tortura

  1. il torcere
  2. tormento, sofferenza
  3. (medicina) storta, lussazione, distorsione
  4. tortura, supplizio

Altri progetti

modifica