Flag of Catalonia.svg CatalanoModifica

 Sostantivo

acer m, non numerabile

  1. (metallurgia) acciaio

  SillabazioneModifica

a | cer

  PronunciaModifica

  • (inflessione orientale) IPA: /əˈser/
  • (inflessione occidentale) IPA: /aˈseɾ/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino tardo aciarium, derivato di acies, nel senso di "filo, dorso (di una lama)"; stessa origine dell'italiano acciaio; del francese acier; del portoghese aço: dello spagnolo acer

  Termini correlatiModifica

SPQRomani.svg LatinoModifica

aggettivo della II classe
singolare
maschile femminile neutro
nominativo ācer ācris ācre
genitivo ācris ācris ācris
dativo ācrī ācrī ācrī
accusativo ācrem ācrem ācre
vocativo ācer ācris ācre
ablativo ācrī ācrī ācrī
plurale
maschile femminile neutro
nominativo ācrēs ācrēs ācrĭa
genitivo ācrĭum ācrĭum ācrĭum
dativo ācrĭbus ācrĭbus ācrĭbus
accusativo ācrēs ācrēs ācrĭa
vocativo ācrēs ācrēs ācrĭa
ablativo ācrĭbus ācrĭbus ācrĭbus

 Aggettivo

acer m sing (comparativo acrior, superlativo acerrimus)

  1. (letteralmente), (raro) aguzzo, affilato, appuntito, tagliente
  2. (di sapore, odore etc.) acre, aspro, amaro
  3. (di suono) acuto, stridente, stridulo, penetrante
  4. (senso figurato) acuto, penetrante
  5. (senso figurato) aspro, terribile, feroce, violento, cruento, crudele
  6. (senso figurato), (di persona) energico, poderoso, forte
Terza declinazione, neutro
  singolare plurale
nominativo acer aceră
genitivo acerĭs acerŭm
dativo acerī acerĭbŭs
accusativo acer aceră
vocativo acer aceră
ablativo acerĕ acerĭbŭs

 Sostantivo

acer n sing, terza declinazione (genitivo: aceris)

  1. (botanica) acero

  SillabazioneModifica

  • (aggettivo) ā | cĕr
  • (sostantivo) ă | cĕr

  PronunciaModifica

  • (aggettivo)
    • (pronuncia classica) IPA: /ˈaː.ker/
    • (pronuncia ecclesiastica) IPA: /ˈa.ʧer/
  • (sostantivo)
    • (pronuncia classica) IPA: /ˈa.ker/
    • (pronuncia ecclesiastica) IPA: /ˈa.ʧer/

 Etimologia / DerivazioneModifica

  • (aggettivo) dal proto-italico *akris, a sua volta dal proto-indoeuropeo *h₂ḱrós, "affilato", riconducibile alla radice *h₂eḱ-, "appuntito, tagliente" da cui discendono i sostantivi acies ed acus, ed i verbi aceo (da cui acetum) e acuo (da cui l'aggettivo acutus); etimologicamente significa appunto "affilato, tagliente", ma nel latino classico è utilizzato soprattutto nei sensi figurati. Etimologicamente correlato al greco antico ἄκρος
  • (sostantivo) derivato o dal corrispondente aggettivo o dalla stessa radice protoindoeuropea *h₂ḱrós da cui viene quest'ultimo, probabilmente per la forma delle foglie, che presentano numerose punte dall'aspetto affilato

  SinonimiModifica

  Parole derivateModifica

discendenti in altre lingue
  • (discendenti dell'aggettivo)
  • (discendenti del sostantivo)

dalla parola latina discende inoltre il termine Acer, utilizzato nella moderna nomenclatura scientifica per riferirsi al genere di piante cui appartiene appunto l'acero