,

bandiera italiana ItalianoModifica

 Aggettivo

salvo m sing

   singolare   plurale 
 maschile    salvo    salvi 
 femminile    salva    salve 
  1. salvato, messo al sicuro

 Preposizione

salvo

  1. tranne
    • Posso resistere a qualsiasi cosa, salvo le tentazioni!

 Voce verbale

salvo

  1. prima persona singolare dell'indicativo presente di salvare
    • non ho bisogno di aiuto mi salvo da solo

  SillabazioneModifica

sàl | vo

  PronunciaModifica

IPA: /'salvo/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino salvus

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Parole derivateModifica

  Proverbi e modi di direModifica

  • in salvo

  Traduzione

aggettivo
preposizione
prima persona singolare dell'indicativo presente di salvare

SPQRomani.svg LatinoModifica

 Verbo

TransitivoModifica

salvo (vai alla coniugazione) prima coniugazione (paradigma: salvō, salvās, salvāvī, salvātum, salvāre)

  1. (latino tardo o ecclesiastico) salvare, mettere in salvo, rendere salvo

  SillabazioneModifica

săl | vō

  PronunciaModifica

  • (pronuncia classica) IPA: /ˈsal.woː/
  • (pronuncia ecclesiastica) IPA: /ˈsal.vo/

 Etimologia / DerivazioneModifica

derivato tardo dell'aggettivo salvus, "salvo", utilizzato nel latino ecclesiastico medievale al posto di verbi di epoca classica come servo (da cui ad es. l'italiano "servare") o conservo, soprattutto in contesti religiosi, riguardanti la salvezza eterna dell'anima, e poi passato attraverso il volgare nelle moderne lingue romanze

  SinonimiModifica

  Parole derivateModifica

discendenti in altre lingue

  Termini correlatiModifica