bandiera italiana ItalianoModifica

 
occhio di essere umano; al centro si nota la pupilla di colore scuro
 
occhio di un falco, un uccello rapace
 
occhio di un uragano

 Interiezione

occhio

  1. attenzione
    • occhio al tram

 Sostantivo

occhio (  approfondimento) m sing (pl.: occhi)

  1. (biologia) (anatomia) (fisiologia) (medicina) organo sensoriale della vista composto da un bulbo oculare che fissa sulla retina gli stimoli luminosi e li trasmette ai centri nervosi mediante il nervo ottico
  2. (meteorologia) zona interna della perturbazione, dove le correnti d'aria sono localmente miti e si ha una temporanea tregua
    • occhio del ciclone
  3. (teatro) tipico riflettore da teatro che produce un fascio di luce circolare su un soggetto
  4. (gastronomia) uovo al tegame
  5. (medicina) (per estensione) protesi oculare, non necessariamente fatta di vetro
  6. (senso figurato) accortezza nel prendere decisioni
  7. foro rotondo

  SillabazioneModifica

òc | chio

  PronunciaModifica

IPA: /ˈɔkkjo/

Ascolta la pronuncia :

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino ŏcŭlus

CitazioneModifica

 
«Chi ha l'occhio, trova quel che cerca anche a occhi chiusi. »

  SinonimiModifica

  Parole derivateModifica

  Termini correlatiModifica

  AlteratiModifica

  IperonimiModifica

Da non confondere conModifica

  Proverbi e modi di direModifica

  • a perdita d'occhio : all'infinito
  • occhio non vede, cuore non duole : quando non si è consapevoli di un pericolo o di un problema, non se ne soffre
  • Se occhio non mira, cuor non sospira: idem come sopra
  • occhio per occhio, dente per dente : si dice quando uno sgarbo, un danno o un dispetto vengono restituiti in qualche forma a chi li ha procurati
  • occhio! : esclamazione per dire : attenzione!
  • fare l'occhiolino : strizzare a qualcuno l'occhio in senso di intesa
  • chiudere un occhio : quando chi è preposto a un controllo tollera un difetto o un'infrazione
  • occhio di lince, occhio di falco : si dice di chi ha la vista molto acuta
  • avere mille occhi e mille orecchi : quando si hanno molte fonti di informazioni in un dato ambiente o contesto(sociale), e si può venire facilmente a conoscenza di ogni piccolo evento che vi ha luogo
  • darci un occhio (o dare un'occhiata) : fare un controllo, sorvegliare
  • essere nell' occhio del ciclone : trovarsi nel mezzo di una serie di eventi problematici, o a una raffica di critiche o polemiche
  • uccidere qualcuno sotto gli occhi di qualcun altro (un caro, un parente, un congiunto) : espressione drammatica, che viene usata prevalentemente con verbi di azioni violente (uccidere, assassinare, stuprare, ecc.); sottolinea come una persona ha subito un atto terribile in presenza di un suo caro, che poteva solo vedere senza reagire in alcun modo, e da ciò si origina un senso di tragica impotenza
  • leggere negli occhi : quando si coglie un intento, uno stato d'animo o un'emozione di una persona osservando i suoi occhi
  • occhio bovino : si attribuisce a creature o individui particolarmente stupidi o poco reattivi, al punto che osservando i loro occhi non si avrebbe la sensazione di intelligenza o acume
  • occhio vigile : si dice di qualcuno che sorveglia con particolare attenzione
  • a quattr'occhi : a tu per tu

  Traduzione

(interiezione)
  • inglese: look out!, watch out!, be careful!
(senso figurato) accortezza
(meteorologia) zona interna della perturbazione
(teatro) tipico riflettore da teatro

Altri progettiModifica