concedere

bandiera italiana ItalianoModifica

 Verbo

TransitivoModifica

concedere (vai alla coniugazione)

  1. offrire qualcosa a qualcuno senza costrizioni o obblighi, spontaneamente o su richiesta
  2. (spesso seguito da subordinata oggettiva) dare il permesso di fare qualcosa
  3. (spesso seguito da subordinata oggettiva) riconoscere la verità di qualcosa; ammettere che qualcosa sia vero

  SillabazioneModifica

con | cè | de | re

  PronunciaModifica

IPA: /kon'ʧɛdere/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino concedĕre, infinito presente attivo di concedo, letteralmente "ritirarsi dinanzi a qualcuno, cedere", ma le accezioni dell'italiano moderno erano già in latino; a sua volta composto di con-, derivato di cum, "con", e cedo, "andare, andare via, cedere"

  SinonimiModifica

  Parole derivateModifica

  Traduzione

offrire qualcosa di propria volontà, senza aspettarsi altro in cambio
dare il permesso di fare qualcosa
ammettere o riconoscere come vero

SPQRomani.svg LatinoModifica

 Voce verbale

concedere

  1. infinito presente attivo di concedō
  2. seconda persona singolare dell'imperativo presente passivo di concedō

  PronunciaModifica

  • (pronuncia classica) IPA: /kon.keː.de.re/
  • (pronuncia pronuncia ecclesiastica) IPA: /kon.ʧe.de.re/

 Etimologia / DerivazioneModifica

vedi concedō

  Uso / PrecisazioniModifica

per antica convenzione, i verbi latini sono definiti in base alla prima persona singolare dell'indicativo presente; per la definizione, etimologia etc. del verbo si veda dunque concedō