minaccia

bandiera italiana ItalianoModifica

 Sostantivo

minaccia (  approfondimento) f (pl.: minacce)

  1. frase o azione volta a intimorire l'interlocutore, adombrando il pericolo di un danno che costui subirebbe se non facesse come gli è intimato
    • sotto la minaccia di una pistola fu costretto a rivelare la combinazione della cassaforte
  2. affronto sfacciato, anche verbale
  3. tentativo di prevalere in modo ingiusto adottando "mezzi" non propri e prospettando una punizione, talvolta violenta
  4. offesa sottesa con intento destabilizzante
  5. incutere paura, anche con parole e/o gesti, nascondendo un'intenzione crudele che probabilmente verrà attuata
  6. manifestare cattiveria ma in modo subdolo, anche se talvolta esplicito
  7. (senso figurato) minare la stabilità e la dignità altrui
  8. (per estensione) offendere scortesemente e/o con malvagità poi mentendo su quanto ingiustamente detto e/o fatto
    • ha nascosto la minaccia fatta per ben 3 anni
  9. (politica) definizione mancante; se vuoi, aggiungila tu
  10. (per estensione) lusingare in modo pressoché violento, talvolta esigendo quindi non per merito

 Voce verbale

minaccia

  1. terza persona singolare dell'indicativo presente di minacciare
    • quello stalker minaccia continuamente quella donna
  2. seconda persona singolare dell'imperativo presente di minacciare

  SillabazioneModifica

mi | nàc | cia

  PronunciaModifica

IPA: /mi'natʧa/

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal latino minaciae, nom. pl. derivato di minax, minaccioso, derivato di minari, ossia "minacciare"

  SinonimiModifica

   ContrariModifica

  Parole derivateModifica

  Termini correlatiModifica

  Proverbi e modi di direModifica

  • Chi minaccia da lontano, tace poi quand'è vicino: o per paura e rimorso o prima di agire insulsamente
  • minaccia mafiosa: metodo malavitoso, è un vero e proprio tentativo per incutere paura e per intimorire attraverso frasi più o meno esplicite oppure appunto l'uso di riferimenti che rinviino la mente dell'ipotetica vittima a presagi di gravi danni prossimi ad un momento specifico
  • [avere] un presagio di minaccia di morte: senso di non equilibrio per timore di essere ucciso nel caso in cui qualcosa venga scoperto, questo qualcosa non per forza di cose negativo

  Traduzione

frase o azione volta a intimorire l'interlocutore
pericolo imminente, rischio
terza persona singolare dell'indicativo presente di minacciare
seconda persona singolare dell'imperativo presente di minacciare

Altri progettiModifica