SPQRomani.svg LatinoModifica

 Verbo

TransitivoModifica

teneo (vai alla coniugazione) seconda coniugazione (paradigma: tenĕo, tenes, tenui, tentum, tenēre)

  1. tenere (in mano), reggere
  2. (per estensione) tenere vicino, con o presso di
  3. (per estensione) possedere, avere
  4. (per estensione) governare, controllare, avere potere su
  5. (senso figurato), (di leggi) vincolare, obbligare
  6. (per estensione), (di luoghi) regnare su, controllare, occupare
  7. (per estensione) tenere fermo, trattenere, mantenere in posizione
  8. (per estensione) contenere, includere, racchiudere
  9. (per estensione) restare in, rimanere in, soffermarsi in, permanere in
  10. (per estensione) mantenere, conservare, continuare a stare in
  11. (senso figurato) conservare, preservare, proteggere
  12. (senso figurato) tenere in mente, conoscere, sapere, comprendere
  13. (senso figurato), (soprattutto in contesti marinari) dirigersi verso, andare verso, veleggiare verso, navigare verso

IntransitivoModifica

teneo (vai alla coniugazione) seconda coniugazione (paradigma: tenĕo, tenes, tenui, tentum, tenēre)

  1. restare, permanere, mantenere la posizione
  2. (senso figurato) "tenere duro", essere saldo nelle proprie idee, perseverare

  SillabazioneModifica

tĕ | nĕ | ō

  PronunciaModifica

  • (pronuncia classica) IPA: /ˈte.ne.oː/
  • (pronuncia ecclesiastica) IPA: /ˈte.ne.o/

Ascolta la pronuncia (pronuncia classica) :

 Etimologia / DerivazioneModifica

dal proto-indoeuropeo *ten-, "tendere, distendere" (stessa origine del verbo tendo); originariamente significava "tendere la mano", per prendere qualcosa, da cui l'accezione classica di "tenere in mano" (e i suoi sensi estesi). Etimologicamente correlato al sanscrito तनोति (tanóti), "estendere, tendere"; al greco antico τείνω (teínō), "tendere"; all'anglosassone þennan, "tendere"

  SinonimiModifica

  Parole derivateModifica

  Uso / PrecisazioniModifica

  • il participio perfetto tentus (che coincide con quello di tendo) è di uso rarissimo, anche se si ritrova comunemente nei composti e come aggettivo
discendenti in altre lingue

  Proverbi e modi di direModifica